Insieme per dare più energia, nel rispetto dell’ambiente: Claudio Descalzi al World Energy Council 2019

19 settembre 2019

Ci troviamo davanti a "una sfida senza precedenti", che dobbiamo necessariamente affrontare per giungere a una transizione energetica pianificata adeguatamente, che avvenga in tempi rapidi e con efficacia. Lo ha sottolineato l'AD di Eni Claudio Descalzi in occasione della 24esima edizione del World Energy Council ad Abu Dhabi. Il congresso si è svolto dal 9 al 12 settembre e ha avuto come tema principale "Energia per la prosperità". Eni ha sponsorizzato l'evento, che è stato animato da oltre 250 speaker provenienti da 150 Paesi. L'evento, al quale hanno partecipato 15.000 ospiti e 500 CEO, si è rivelato un'utile occasione di confronto tra i principali stakeholder sulle sfide del mondo dell'energia.

L'obiettivo interessa tutti: garantire un settore energetico sempre più sostenibile, a beneficio dell'intera collettività. Claudio Descalzi ha sottolineato l'importanza di gestire in modo sinergico tecnologia e tutela dell'ambiente: "Devi fornire energia, ma un tipo diverso di energia", ha spiegato l'AD. "La nostra sfida principale è traguardare la transizione energetica in modo tempestivo. Solo con uno sforzo globale potremo agire in maniera significativa. L'energia di cui abbiamo bisogno apre la strada all'economia circolare, alle energie rinnovabili ibride e al gas naturale".

Continuare a supportare e sviluppare il settore è imprescindibile, anche in vista dell'aumento dei consumi e della domanda di energia. Per Eni l'obiettivo è fissato: arrivare alle zero emissioni di anidride carbonica in upstream entro il 2030 e completare una sessantina di progetti in varie zone geografiche, raggiungendo 1,6 GW di potenza installata nel 2022, con quasi un miliardo e mezzo di euro investiti nei prossimi quattro anni quasi interamente nel fotovoltaico.